Chi dice che poter visitare una capitale europea ci vuole una settimana, si sbaglia! Per Budapest basta solo un weekend e potrete visitare le maggiori attrazioni e vivere al meglio l'atmosfera di questa splendida capitale. Budapest è una città veramente molto romantica. E' attraversata dal Danubio, cosa che le ha donato l'appellativo di “Perla del Danubio”; il fiume divide la città in due parti: Buda e Pest. E' una città ricca di storia e dunque dall'architettura bella e varia, inoltre il suo ricco patrimonio culturale le ha fatto guadagnare anche il soprannome di 'Parigi dell'Est'. E' una città caratterizzata da grandi piazze e ampi viali e locali in palazzi meravigliosi. Nonostante la classica raccomandazione di girare a piedi per le strade della città per respirarne l'atmosfera veramente incantevole e di gustarvi una bellissima passeggiata costeggiando il Danubio, vi sono anche alcune tappe “obbligate” da compiere se avete voglia di vedere il meglio che questa bellissima città ha da offrire:

  • Il Parlamento ungherese: una meravigliosa costruzione sul Danubio, costruita tra l  fine del XIX secolo e i primi anni del Novecento. Lo stile neogotico ne fa uno dei parlamenti più belli del mondo. Se volete vedere anche la mitica corona di Santo Stefano, custodita all'interno dell'edificio, sappiate che il palazzo è visitabile e ne vale veramente la pena.
  • Il Bastione dei pescatori: è una bellissima costruzione sulle colline di Buda, la città vecchia. Sulle mura, troverete questa torre che da sula città. Affacciatevi per godere di una vista di Budapest da cartolina! Dietro questa fortificazione svetta il campanile della maestosa Chiesa di San Mattia.
  • Il castello di Buda: una delle residenze più amate della principessa Sissi, e davvero guardandolo si riesce a capire perché: l'imponenza dell'edificio non scalfisce l'eleganza assoluta delle rifiniture. Al suo interno sono state collocate la galleria nazionale ungherese e la biblioteca nazionale. Vicino al castello, trovate anche la bellissima teleferica, che conserva ancora stile e sapore d'altri tempi. Se volete fare un a gran bella foto del castello, il consiglio è quello di trovarvi dall'altra parte del fiume, a Pest, al tramonto.

Cosa vedere durante un weekend a Budapest (partite dal palazzo di Sissi)

Avendo a disposizione solo due giorni è opportuno durante un soggiorno a Budapest scegliere solo ciò che interessa di più, creandosi un percorso dove poter sfruttare al meglio il proprio tempo.

Il weekend a Budapest potrebbe essere organizzato in questo modo:

  • Il primo giorno: avendo l'intera giornata a disposizione ci si potrebbe recare sulla collina dove è situato il castello di Budapest per osservare oltre lo splendido panorama di tutta la città anche le bellezze conservate in quella che è la sede reale della capitale Ungherese.
    Il pomeriggio si potrebbe tornare al centro della città e visitare il parlamento e allo stesso tempo passeggiare lungo la strada famosa per i suoi negozi: Andràassy Utca'.

    Non appena inizia a fare buio ci si può recare al ponte delle Catene, per ammirare un'imponente struttura architettonica che tutta illuminata dona una veduta molto suggestiva. La serata può concludersi con una cena tipica in uno dei tanti ristorantini o pub locali e per finire si può partecipare ad una serata organizzata- spesso anche a tema- nelle strutture termali della città, aperte sempre fino a tarda notte.
  • Il secondo giorno: il tour può continuare con una passeggiata commemorativa al Memento Park, dove si possono ammirare le statue di personaggi illustri; per il pranzo ci si può recare all'isola di Margherita, in cui si può mangiare stando all'aria aperta e allo stesso tempo rilassarsi in quest'isola dove il verde e le fontane sono i principali protagonisti.

    Nel pomeriggio ci si può recare al museo di belle arti per ammirare le opere di grandi artisti sia classici che moderni. Infine la serata si può trascorrere su di un battello che fa fare un tour della città risalendo il corso del fiume.

Una meta low cost (se evitate dicembre e il Natale)

Il turismo nella Capitale ungherese sta vivendo una stagione molto positiva per via dell’economicità della meta che di questi tempi viene valutata come un parametro di cui tener conto, vista la crisi economica che ha indebolito le tasche dei cittadini. Ecco quindi che Budapest ha presto scalato la classifica perchè coniuga due fattori entrambi importanti: ottimizzazione della spesa per il viaggio e meta turistica gradevole ed affascinante.
La città ungherese si è dimostrata un luogo attraente non solo per chi decide di conoscere tradizioni e storie diverse oppure per una voglia di sano divertimento; la Capitale infatti è la meta preferita per quelle coppie romantiche che per San Valentino decidono di regalarsi un weekend all’estero. Tra le mete più economiche, al primo posto c’è proprio Budapest, che è prima davanti a Bruxelles e Praga. Le città più costose, rimanendo in tema di San Valentino, sono Parigi (città romantica per eccellenza) ed Amsterdam: nella Capitale olandese si arriva a spendere più del doppio rispetto a Budapest! Un risparmio non da poco per il portafoglio dei vacanzieri.

Festival di Primavera, un’occasione da non perdere (soprattutto se partite con i bambini)

Budapest non è ideale solo per trascorrere un weekend romantico a San Valentino, visto che la sua bellezza la rende un’ottima meta turistica anche nel periodo di Pasqua, dove il clima regalerà giornate miti tali da potersi godere città e panorama. Inoltre proprio in Primavera e in conseguenza dell’arrivo di Pasqua, la Capitale ungherese ospiterà la kermesse del Festival di Primavera, manifestazione culturale di primo piano ed evento internazionale che attrae migliaia di visitatori. Il Festival si svolge a cavallo tra marzo ed aprile ed ospita tantissimi artisti che da tutto il mondo arrivano a Budapest proprio per questa rassegna. Ed è proprio l’organizzazione di questo evento culturale una delle molle che incrementa la percentuale di turisti in quel periodo dell’anno. Da tutte queste considerazioni, si evince dunque quanto Budapest sia diventata ormai a tutti gli effetti una meta turistica di tutto rispetto nel panorama europeo, in quello sviluppo dell’Est del Vecchio Continente che ha portato allo sviluppo di tante città (Praga per esempio) che vanno oltre oltre alle tradizionali città turistiche, come ad esempio Madrid, Londra e Parigi.

Ristoranti, caffè e sale da tè

Durante il breve soggiorno a Budapest, oltre a visitare le principali bellezze architettoniche della città, potrebbe essere interessante visitare alcuni ristoranti o bar tipici. In base alla zona in cui ci si trova o in base a quello che il locale propone, si può scegliere di trascorrere un momento di ristoro in uno dei posti elencati di seguito.

A Buda, zona collinare ad ovest del Danubio, si trovano:

  • Nagyi Palacsintàzoja: dove è possibile fare un pasto veloce degustando focacce e crepe semplici o farcite, all’interno della sala o in veranda. Se si ha fretta, si può anche ordinare a portar via. Indirizzo: Batthyány tér 5.
  • Toldi Etkezde: è un ristorante aperto solo a pranzo dove vengono serviti gulasch e piatti di carne o di pesce, secondo le ricette della cucina ungherese. Si trova in Batthyany utca 14.
  • Cafè Pierrot: particolare ristorante dove si possono mangiare piatti vegetariani, filetto di Stroganov (a base di manzo) e crepe. La sera l’atmosfera è scaldata da musica e candele. Indirizzo: Fortuna utca 14.
  • Angelika: il caffè è situato all’interno dell’antico presbiterio della Chiesa di Sant’Anna. Qui si possono degustare tè di tutto il mondo e caffè al rum durante una breve pausa pomeridiana. Lo trovate in Batthyány tér 3.
  • Ruszwurm: è una pasticceria e sala da tè, aperta dal 1827. Infatti, al suo interno troviamo un arredamento d’epoca con porcellane e tavolini di marmo. E’ possibile assaporare dolci alla crema, strudel ai semi di papavero e caffè alla Ruszwurm con grappa di ciliegie. Indirizzo: Szentháromság u. 7.

Nella zona di Pest, che si estende su una grande pianura ad est del fiume, si può approfittare di un momento di ristoro in altrettanti locali caratteristici.

  • Kadar Etkezde: l’aspetto è quello di una trattoria anni ‘50 ma la cucina è davvero ottima. E’ un posto quasi di nicchia dove, però, anche il nostro Marcello Mastroianni ha mangiato negli anni ‘70. Piatti tipici sono lo stufato e il manzo lesso alle ciliegie. E’ aperto a pranzo e si trova in Klauzál tér 9.
  • Cafè Kor: locale jazz dove si può mangiare sia a pranzo che a cena. Vengono servite insalate colorate, brodo di manzo e verdure saltate. In Sas utc, 17. nel quartiere della Basilica di Santo Stefano.
  • Bel Canto: si trova vicino all’Opera ed è un ristorante molto raffinato dove si possono degustare piatti a base di pesce, quali i bocconcini di salmone e risotto ai gamberetti. Il tutto circondato da un’atmosfera allegra e musicale. Dalszínház utca 8.

Divertimento

Locali a Valencia: scopri insieme a noi queste splendide opzioni

Valencia è la terza città della Spagna (dopo Madrid e Barcellona of course), è una città in espansione baciata dal Mediterraneo che le regala estati lunghissime e notti “calienti”. Chissà se è questo il motivo per il quale la movida è così attiva. Durante l’estate ma anche durante l'inverno tanto mite da rendere piacevole anche in pieno Gennaio, le notti diventano mille, come mille diversi sono i gusti delle persone che vivono e amano questa città.

Leggi tutto...

Locali a Roma: ecco tutte le possibilità che ci sono nella capitale

C’era un volta la dolce vita romana… e c’è ancora! Quell’atmosfera di festa e di voglia vivere che aveva reso celebri le notti della Capitale negli anni 60 è tornata prepotentemente di moda grazie alla comparsa di numerosi locali al centro di Roma, molto gettonati sia dagli stessi romani che dai turisti, che rievocano quel momento storico ma con una maggior consapevolezza dettata dai tempi che comunque sono cambiati.

Leggi tutto...

Guide e consigli

Vacanze nel Salento? 3 Località da vedere assolutamente

Il Salento ogni anno accoglie migliaia di turisti di tutto il mondo per le sue spiagge meravigliose e le località ricche di storia e fascino. Tante sono le città del Salento, sicuramente tutte da visitare ma, ce ne sono alcune che sono tappa obbligatoria. 

Londra, una città a misura di bambino

Per diverse persone rappresenta tra le città più affascinanti della vecchia Europa, Capitale di un impero che ha dominato per secoli e che evidenzia ancora questo suo passato glorioso in ogni suo angolo. Londra continua ad essere tra le mete turistiche più apprezzate dai giovani, tuttavia anche per le famiglie e soprattutto per i bambini presenta tantissime attrazioni, che ne fanno un luogo privilegiato per soddisfare la loro curiosità e divertimento.

Città da Visitare, sviluppato dall'Agenzia Web di Roma ElaMedia Group - Partita IVA 12238581008

GDPR e Cookie Privacy. Questo sito utilizza solo Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento). La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies verrà interpretata come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal sito stesso.