Chi non ha sognato almeno una volta di volare alla volta di una delle città più moderne e cosmopolite al mondo, New York? Questa città è infatti in grado di affascinare per il suo carattere multiculturale e per la sua incredibile vivacità artistica e anche finanziaria. Chi si trova in visita nella capitale del mondo, avrà sicuramente difficoltà nel riuscire a organizzare in pochi giorni un tour per le vie della metropoli americana. Infatti, riuscire a decidere cosa vedere a New York nei pochi giorni di vacanza concessi ai comuni mortali è una impresa ardua che necessita di una guida per poter decidere che tipo di impostazione dare alle giornate.

Proviamo a dare una breve guida senza tornare alle proprie case con l'amaro in bocca di aver perso un evento o un edificio, piuttosto che una mostra, di cui non si poteva fare a meno. Ovviamente il tutto passa per avere una carta e/o un visto regolare per gli Stati Uniti.

Cosa vedere a New York la prima volta in 5 giorni

Il primo viaggio nella Grande Mela non può prescindere da Manhattan, il “quartiere” reso immortale da Woody Allen nei suoi film. È bene concentrarsi su cosa vedere in questa zona piuttosto che disperdere le energie nel Bronx o nel Queens, in quanto Manhattan è a tutti gli effetti il cuore della città. Si può iniziare da Central Park e scendere poi verso la Low Manhattan. Lungo questo percorso si incontrano numerosi musei, come il Metropolitan Museum of Art, a cui va dedicata un'intera giornata. Continuando a scendere per Manhattan, non perdete il Rockfeller Center così come la mitica Times Square, in cui poter immergersi nelle atmosfere di Broadway.

La visita merita sicuramente una pausa per vedere il mitico Empire State Building, celebre grattacielo patrimonio dell'immaginario collettivo. Le altre zone interessanti in questa parte della città sono il distretto di Soho, il mitico Madison Square Garden, e, neanche a dirlo, affacciarsi ad Ellis Island e visitare la mitica Statua della Libertà. Per procedere la visita verso Brooklyn, neanche a dirlo, ammirate il magnifico ponte omonimo, noto anche per la mitica gomma americana del ponte: una struttura moderna che ha comunque già un senso di classico.

Una giornata a Brodway: itinerari alternativi

Una delle principali attrazioni di New York è la mitica Broadway Avenue, una fra le principali direttrici nord-sud della città, che attraversa il distretto di Manhattan in diagonale, dall'estremità meridionale di Bowling Green a quella settentrionale di Broadway Bridge, per poi continuare fino alla contea di Westchester. Nella sua tratta più famosa, quella che appunta attraversa Manhattan, Broadway è intervallata da varie piazze, la più famosa delle quali è Times Square.

Musical a Broadway (non solo a Natale)

Questa parte, nota come Great White Way, attira ogni anno milioni di turisti da tutto il mondo, che fanno file chilometriche per poter acquistare un biglietto per uno spettacolo o per un musical. Nella parte più a nord, si trovano altri pezzi di storia della città, come il Lincoln Center, il Campus della Columbia University ed il Presbyterian medical Center. 

Questi sono i trasporti principali che servono la zona di Broadway: da sud a nord, IRT Lexington Avenue Line, BMT Broadway Line, IRT Broadway-Seventh Avenue Line e IND Eighth Avenue Line portano tutte treni della metropolitana sotto Broadway. In superficie, le linee di autobus M1, M4, M5, M6, M7, M10, M20, M100, M104, Bx7 e Bx20 della MTA New York City Transit passano su Broadway.

New York city pass: una carta/mappa per girare liberi

Gli Stati Uniti d’America sono la meta di viaggio scelta da milioni di turisti ogni anno: composti da ben 50 stati differenti che si estendono su una superficie di 3.539.224 miglia quadrate (9.166.600 in km), un territorio cosi vasto offre tante tipologie di viaggio quante sono le idee ed i desideri di vacanza dei suoi visitatori: viaggi on the road, parchi naturali, il deserto, il mare, grandi metropoli; insomma la soluzione di viaggio ideale per tutti i gusti.

Per poter girare liberamente e visitare le principali attrazioni della città senza spendere un occhio della testa, è consigliato acquistare già prima della partenza il New York city pass.

Si tratta di una carta acquistabile on line che include l'ingresso a 6 attrazioni della città statunitense: il Museo guggenheim, il Museo di arte moderna MOMA, il Metropolitan, l'Empire State Building ed il museo di storia naturale; inoltre permette di scegliere fra una crociera Circle Line oppure il battello che porta ad Ellis Island e alla Statua della Libertà.

Il New York City Pass dura 9 giorni consecutivi a partire dalla visita alla prima attrazione, alla biglietteria della quale viene ritirato il pass acquistato on-line: l'acquisto infatti dà diritto a ricevere una ricevuta da presentare presso la prima attrazione che si visita, in cambio del ritiro della carta.

Prezzi del pass

La card a un prezzo variabile a seconda delle date di acquisto on line, ma in genere varia fra i 55 e i 59 euro per i maggiori di 18 anni, e fra i 40 e i 45 euro per i giovani dai 6 ai 17 anni. Oltre alla card, il New York city pass contiene un libretto con tutte le informazioni e gli orari di apertura delle attrazioni disponibili, e consigli utili per i trasporti e le comodità per raggiungere i vari luoghi.

Inoltre il New York city pass dà diritto ad un certificato di risparmio a Bloomingdale's, pari al 15%, e ad un regalo per ogni acquisto di almeno 200$. Inoltre, il city pass garantisce uno sconto di 5$ per un tour Hop-on Hop-off con CitySights NY. Il modo più veloce, sicuro e affidabile per spostarsi a New York è senza dubbio la metropolitana. La metro della città è costituita da una serie fitta di linee che va ad estendersi per circa 1200 km. In totale la metro ha 469 stazioni, con linee che funzionano praticamente 24 ore su 24.

Caratteristiche della metro

La metro della città americana ha da poco rinnovato il parco carrozze, ora molto più confortevoli e sicure anche se la notte molte zone sono ancora abbastanza rischiose. Le entrate alle stazioni sono contrassegnate da sfere illuminate di verde nel caso la biglietteria sia aperta 24 ore al giorno, altrimenti le sfere sono illuminate di rosso. Il costo di una corsa sulla metro è di 2,25 dollari, non esiste un biglietto ma una card magnetica che può essere acquistata in vari tagli, a seconda del tipo di utilizzo che ne va fatto.

Tipologie di treni presenti in città

I treni della metro possono essere del tipo Local, ovvero che fermano in tutte le stazioni della linea di cui fanno parte, oppure Express, più rapidi, che saltano alcune stazioni. Sulle linee, le fermate delle metro Local sono contrassegnate da pallini di colore bianco, mentre le metro Express di New York sono contrassegnate con pallini neri. Le linee della metro sono contraddistinte da lettere e colori, e sono suddivise in Division A e Division B.

Un viaggio negli USA è un viaggio di contrasti e di opposizioni: dal territorio soleggiato e dal mare azzurro della California ai ghiacciai dell’Alaska, dal West Americano dell’Arizona alle luci scintillanti di Las Vegas, un viaggio negli Stati Uniti vi lascerà comunque senza parole.

Caratteristiche metropolitana

La metro ha da poco rinnovato il parco carrozze, ora molto più confortevoli e sicure anche se la notte molte zone sono ancora abbastanza rischiose. Le entrate alle stazioni sono contrassegnate da sfere illuminate di verde nel caso la biglietteria sia aperta 24 ore al giorno, altrimenti le sfere sono illuminate di rosso.

Il costo di una corsa sulla metro è di 2,25 dollari, non esiste un biglietto ma una card magnetica che può essere acquistata in vari tagli, a seconda del tipo di utilizzo che ne va fatto. I biglietti della metro possono essere acquistati nelle biglietterie oppure ai distributori automatici, pagando con denaro contante oppure con carta di credito.

Tipologie treni

I treni possono essere del tipo Local, ovvero che fermano in tutte le stazioni della linea di cui fanno parte, oppure Express, più rapidi, che saltano alcune stazioni. Sulle linee, le fermate delle metro Local sono contrassegnate da pallini di colore bianco, mentre le metro Express sono contrassegnate con pallini neri.

Visitare il Bronx

Fra i luoghi più conosciuti, specie per la pessima fama di cui si è ammantato nel corso degli anni '70 e '80, non possiamo tralasciare il mitico distretto del Bronx, nell'immaginario collettivo associato a giungla urbana malfamata e incrocio di strade pericolose per gli sprovveduti turisti. Oggi il Bronx sta perdendo quella nomea di luogo pericoloso in quanto molte zone sono state rinnovate e gli atti criminali sono diminuiti. In alcune zone di questo grande quartiere sono stati costruiti dei complessi residenziali abitati da quei benestanti che lavorano nel centro città. Inoltre, segno di un cambiamento è l’apertura di alcuni grandi magazzini famosi in USA. Solo nel South Bronx risulta ancora diffusa la criminalità e la povertà.

Nel quartiere è possibile notare il melting pot di popoli e culture che convivono, come gli europei, i portoricani e gli asiatici. In particolare, può essere interessante sapere che qui la cultura italo-americana è maggiormente diffusa che a Little Italy

Il Bronx è un distretto a nord di Manhattan, unico dei cinque a non essere un'isola, con una popolazione di circa 2 milioni di abitanti dislocati in un'area di circa 150 kmq. Può essere suddiviso in varie zone, per aiutare i turisti a districarsi meglio in questo dedalo di vie:

  • Il West Bronx comprende tutta la parte del Bronx ad ovest dell'omonimo fiume, limitata nella parte nord-ovest da Corso Jerome.
  • East Bronx comprende la parte ad est del fiume.

Queste due zone possono essere suddivise a loro volta in altre aree:

  • Northwest che comprende la parte nordoccidentale, delimitata a nord da Corso Burnside, dalla 183° Strada e dal Fiume;

  • Southwest che comprende la parte sudoccidentale, delimitata a sud dagli stessi elementi topografici della zona precedente;

  • Northeast che comprende la parte nordorientale, delimitata a nord da Corso Allerton e dal fiume Bronx;

  • Southeast che comprende la parte sudorientale, delimitata a sud dagli stessi elementi topografici.

Attrazioni del Bronx: cosa vedere a New York

Le zone maggiormente visitate del Bronx sono senza dubbio i magnifici parchi, uno dei quali contiene il più famoso e vasto Zoo degli Stati Uniti. In questo zoo vivono più di 4000 animali che è possibile osservare nel loro ambiente naturale, cioè al di fuori delle gabbie. Ad esempio, è stata ricreata una foresta tropicale dove, usufruendo di una monorotaia, si possono vedere tigri, rinoceronti, elefanti e leopardi in libertà. Un'altra visita da fare è senza dubbio quella al Botanical Garden di New York, un giardino di circa 100 ettari con più di 15 adibiti a foresta: rimarrete incantati dalle circa 200 varietà di rose.

Nel quartiere del giardino botanico si trova anche la magnifica villa del XIX secolo, che ospitò personalità del calibro di T. Roosevelt, Mark Twain ed il nostro Arturo Toscanini. Da non perdere il mitico Yankee Stadium, in cui potrete fare da spettatori ad una partita dei New York Yankees. Dietro al campo si trova il Monument Park costruito per rendere omaggio alle leggende del baseball ed è visitabile fino a 45 minuti prima dell’inizio delle partite.

Un’altra attrazione interessante è l’Edgar Allan Poe Cottage: costruita nel 1812, questa casa colonica in legno fu la dimora del famoso scrittore statunitense dal 1846 al 1849. Qui visse gli ultimi anni della sua vita e scrisse alcune sue opere. Anche il Woodlawn Cemetery merita di essere visitato in quanto è uno dei più grandi in città ed è stato aperto nel 1863. Qui si trovano le tombe di molte celebrità, tra le quali quella di Joseph Pulitzer, Herman Melville e Duke Ellington

Tra i musei, segnaliamo il Maritime Industry Museum at Fort Schuyler che conserva quadri, modelli e strumenti per la navigazione ed esplorazione dei mari, dai Fenici fino ad oggi. Ed ancora, il Bronx Museum of the Arts situato all’interno di un edificio moderno, ospita delle mostre di arte contemporanea di artisti afro-americani e ispanici. Se vi trovate in zona durante l’estate potete andare a prendere un po' di sole all’Orchard Beach, la spiaggia artificiale lunga quasi 2 km costruita negli anni ‘30.

Il Bronx nel cinema

La fama di quartiere pericoloso è stata incrementata certamente da alcuni film, divenuti famosi in tutto il mondo, ambientati nel Bronx e non sempre girati realmente qui. Tra questi il film di Robert De Niro “A Bronx Tale” e “Bronx 41° distretto di polizia”, che rimarcavano l’aspetto malavitoso del quartiere e le difficoltà di vita dei giovani.

Visitare Brooklyn: alla scoperta di una parte di New York 

Il distretto di Brooklyn è il più popoloso fra i cinque borough della città: con i suoi 2,5 milioni circa di abitanti, potrebbe essere per dimensioni addirittura la quarta città di tutti gli Stati Uniti. Per i turisti italiani, Brooklyn è una tappa fondamentale, in quanto meta della più intensa immigrazione da parte dei nostri compatrioti nella seconda metà dell'Ottocento, che ne storpiarono il nome in Broccolino. Attualmente è comunque uno dei luoghi americani più apprezzati per la sua vitalità e vivacità, dovuta proprio alla sua identità frutto del melting pot di varie identità culturali provenienti da tutto il mondo.

Cosa vedere nel distretto

Brooklyn può essere divisa in quartieri, ognuno dei quali ha una propria identità specifica, come ad esempio il Brooklyn Heights, il quartiere storico per antonomasia, con strade molto particolari. Gli altri quartieri sono Cobble Hill, dove poter visitare l'arabeggiante Atlantic Avenue, ricca di negozi siriani e libanesi.

Andando verso Court Street, ci si imbatte negli stili di vita europei, in particolare spagnoli e italiani. Qui le strade pullulano di negozi che vendono prodotti tipici del Mediterraneo, e troviamo la notissima Coney Island, che con la sua spiaggia rappresenta la classica zona balneare americana, piena di divertimenti e giostre come la ruota panoramica e l'acquario di New York.

Ponte di Brooklyn: tour in italiano

Il “monumento” della zona, più conosciuto al mondo, è senza dubbio il mitico ponte omonimo, un'opera ingegneristica del diciannovesimo secolo, progettata da Roebling: si tratta del primo ponte sospeso al mondo fatto interamente con cavi di acciaio, che permette di attraversare l'East River senza dover prendere il traghetto come avveniva fino alla fine del 19imo secolo.

Altri luoghi da visitare a Brooklyn sono:

  • Prospect Park
  • Brooklyn Botanic Garden
  • Brooklyn Museum of Art
  • Plymounth Church - Chiesa dei pellegrini di Plymouth
  • Transit Museum

Dove alloggiare con i bambini per una settimana?

Uno degli aspetti che possono frenare chi desidera visitare la Grande Mela è il costo del viaggio e soprattutto della permanenza in città, che dovrebbe essere di almeno una settimana per apprezzare quantomeno le principali attrazioni turistiche. Tuttavia, per chi non è alla ricerca di un albergo di lusso e può accontentarsi anche di una soluzione più semplice, persino a Manhattan, centro culturale e finanziario, è possibile trovare alloggi come l’Hotel Carter.

Tale albergo è perfetto per chi desidera passare la propria vacanza girando per Manhattan e visitando le sue mille attrazioni; esso si trova infatti a pochi passi dal Quartiere dei Teatri (Theater District) che si sviluppa intorno a Broadway. Se volete provare l’esperienza di vedere una rappresentazione teatrale a New York, tenete conto che i teatri qui si suddividono tra Broadway, off-Broadway e off-off-Broadway: man mano che ci si allontana dalla famosa strada, i teatri si fanno più piccoli, e i biglietti di solito sono meno costosi. Nei pressi dell’Hotel Carter si trovano anche Times Square, considerata una dei simboli della città, e Central Park, il più famoso parco cittadino reso celebre da diversi film.

La metropolitana è sicuramente il modo più economico di viaggiare; grazie alla posizione centrale dell’albergo, con pochi soldi è possibile raggiungere altre importanti luoghi d’interesse a Manhattan, come il MOMA (Museum of Modern Art) o il celebre Madison Square Garden, nel quale vengono organizzati spettacoli musicali e sportivi.
Oltre che per gli eventi e i musei, la città è famosa per la sua vivacissima night life, costellata di locali alla moda e di sempre nuove tendenze; se tuttavia volete risparmiare per quanto riguarda il cibo, ricordate che esistono tanti ristoranti che offrono le più disparate cucine, ad esempio nei quartieri di Little Italy e Chinatown; puntando su questi e sui mitici venditori di hot- dog newyorkesi, vi sarà possibile spendere meno e potervi così concedere una o più serate in qualche locale alla moda!

Locali: li conosci questi?

Chiunque si trovi a New York avrà solo l'imbarazzo della scelta per quanto riguarda i locali di musica Live. A partire dagli anni 70 i locali di musica live hanno dominato la scena, inventato mode e tendenze: dal jazz alla disco music, dalla musica black al rock, la Grande Mela offre ogni sera un'emozionante e variegata proposta di club musicali.

Cielo

Negli ultimi 5 anni gli esperti hanno scelto il Cielo come Best Club di New York: si tratta di una vera perla in cui ascoltare i migliori sound system dei resident DJ di tutto il mondo.

Le Poisson Rouge

Sorto nel 2008 sulle ceneri del Village Gate, questo locale offre la migliore musica live: dal rock alla disco, dal jazz all'indie, Le Poisson Rouge mette a disposizione le sue piste per tutti gli amanti della vera musica. Ogni venerdì si accende la notte Dance Party.

Lavo

Sull'esperienza del locale fratello di Las Vegas, il Lavo propone ottima musica in un ambiente dallo stile follemente ricercato. Ogni giovedì e sabato è aperto anche il nightclub a cui si accede dopo aver cenato rigorosamente nel ristorante italiano.

Jazz a New York

Per gli amanti del Jazz, il locale adatto è l'Apollo Theater, non più il tempio che è stato nel passato ma comunque un ottimo riferimento per chi è in cerca di questo tipo di musica live. Nel frattempo sono sorti altri locali che ospitano i migliori artisti di Jazz della scena contemporanea.

Ristoranti New York: dove mangiare nella Grande Mela

New York, la città cosmopolita degli Stati Uniti, è senza dubbio una delle capitali mondiali in cui si intrecciano più tradizioni e culture al mondo. La storia della città infatti mostra come fin dalla nascita le popolazioni di origine europea abbiano lottato per il sopravvento in determinati quartieri: basti pensare al magnifico film Gangs Of New York. Per questo motivo i ristoranti di New York sono pronti a soddisfare i gusti di tutti i più disparati clienti del mondo, dal cinese all'italiano, dall'etiope all'olandese.

E' chiaro che risulta quasi impossibile riuscire a elencare i migliori locali di ristorazione, per questo motivo vogliamo fornirvi la descrizione di quelli più particolari, che riprendano qualche aspetto particolare della cultura del luogo.

Bubba Gump

Il ristorante di New York Bubba Gump riprende la mitica catena del film Forrest Gump, con menù a base di scampi cucinati in tutte le salse. L'ambientazione di questi ristoranti è quella del film, con musiche anni '60 e scenografia a tema. Un must per chi vuole assaggiare qualche sfizio lungo Broadway.

Pizzeria Grimaldi

La Pizzeria Grimaldi's è un piccolo locale di Brooklyn che accoglie ogni giorno folle numerosissime di persone, ma i gestori fanno in modo di rendere l'attesa del proprio piatto di pizza molto più breve di quanto si pensi. All'interno lo spazio è veramente ridotto, ma vale la pena divorare ottima pizza a contatto con i turisti più disparati e gli americani più socievoli.

BLT Fish

Per gli amanti del pesce e della cucina caraibica, l'ottima soluzione è il BLT Fish, dove vengono serviti ogni giorno piatti a base di pesce fresco, in particolare ottimi frutti di mare.

Divertimento

Locali a Valencia: scopri insieme a noi queste splendide opzioni

Valencia è la terza città della Spagna (dopo Madrid e Barcellona of course), è una città in espansione baciata dal Mediterraneo che le regala estati lunghissime e notti “calienti”. Chissà se è questo il motivo per il quale la movida è così attiva. Durante l’estate ma anche durante l'inverno tanto mite da rendere piacevole anche in pieno Gennaio, le notti diventano mille, come mille diversi sono i gusti delle persone che vivono e amano questa città.

Leggi tutto...

Locali a Roma: ecco tutte le possibilità che ci sono nella capitale

C’era un volta la dolce vita romana… e c’è ancora! Quell’atmosfera di festa e di voglia vivere che aveva reso celebri le notti della Capitale negli anni 60 è tornata prepotentemente di moda grazie alla comparsa di numerosi locali al centro di Roma, molto gettonati sia dagli stessi romani che dai turisti, che rievocano quel momento storico ma con una maggior consapevolezza dettata dai tempi che comunque sono cambiati.

Leggi tutto...

Non bloccare la Pubblicità

Il tuo Browser blocca la nostra pubblicità? Ti chiediamo gentilmente di disattivare questo blocco. Per noi risulta di vitale importanza mostrarti degli spazi pubblicitari. Non ti mostreremo un numero sproporzionato di banner né faremo in modo che la tua esperienza sul nostro sito ne risenta in alcun modo.Ti invitiamo dunque ad aggiungere il nostro sito tra quelli esclusi dal Blocco della tua estensione e a ricaricare la pagina. Grazie!

Ricarica la Pagina

Avviso sul Copyright

I contenuti di questo sito web sono protetti da Copyright. Ti invitiamo gentilmente a non duplicarli e a scriverci a info [@] elamedia.it se hai intenzione di usufruire dei servizi erogati dalla nostra Redazione.

Protected by Copyscape

Guide e consigli

Montecristo: fascino e mistero passando dall’Isola del Giglio

island lily 2125608 640

Lo scrittore francese Dumas, immaginando il suo Conte di Montecristo ha, in realtà, creato un mito che non si è scalfito nel tempo. L’idea di un tesoro custodito sull’isola affascina ancora molta gente, attratta a maggior ragione dall’aura di mistero che la circonda e dall’accesso severamente regolamentato.

Vacanze nel Salento? 3 Località da vedere assolutamente

Il Salento ogni anno accoglie migliaia di turisti di tutto il mondo per le sue spiagge meravigliose e le località ricche di storia e fascino. Tante sono le città del Salento, sicuramente tutte da visitare ma, ce ne sono alcune che sono tappa obbligatoria. 

Città da Visitare, sviluppato dall'Agenzia Web di Roma ElaMedia Group - Partita IVA 12238581008