Dopo mesi di lavoro e spesso di stress, molte persone non vedono l'ora di passare qualche settimana di relax in qualche bella località turistica e magari su una spiaggia dorata e di fronte ad un bel mare, in cui tuffarsi. Se non ci si vuole avventurare in posti esotici e lontani e, in alcuni casi anche costosi, diverse sono le località italiane che offrono tutto questo.

Tra le più gettonate non solo dai turisti italiani ma anche stranieri, negli ultimi anni, vi è la Puglia ed in particolare lo splendido Salento. Una regione dove adulti e bambini trovano molti divertimenti ed occasioni di svago, tanti di loro infatti giubilano dalla gioia di visitare queste splendide località e le esclamazioni "Una vacanza in Puglia? Evvai!", dette sottovoce o gridando, si sprecano a non finire.

Tra i migliori e più apprezzati luoghi del Salento dove trascorrere una vacanza c'è senz'altro Torre dell'Orso, situata nel comune di Melendugno (LE), che riesce ad offrire ai propri visitatori, tra le altre cose, anche un mare premiato con la bandiera blu dell'Unione Europea.

Cosa offre torre dell'orso

Una località già conosciuta sin dall'antichità, in particolare dai Romani che l'utilizzavano come scalo per navi in procinto di andare verso il Mare Adriatico, al giorno d'oggi è meta che sa offrire un'ottima accoglienza ai tanti visitatori che la scoprono e vi soggiornano, sia a livello di strutture turistiche che di bellezze architettoniche e paessaggistiche.

Variegata infatti è l'offerta di hotel, residence, bed&breakfast dove poter alloggiare comodamente e da cui poter partire alla scoperta di questi splendidi luoghi. Senza poi dimenticare i tanti ristoranti tipici presenti, dove assaporare i differenti e deliziosi piatti offerti dalla gastronomia salentina e pugliese in generale, di cui diversi turisti si innamorano. E, per giovani e meno giovani amanti del divertimento notturno, non mancano locali e lidi che offrono musica, eventi e tante occasioni per bere e ballare, tra cui anche la celeberrima Pizzica.

Non sono da meno neanche le bellezze architettoniche, naturali e paesaggistiche che riesce ad offrire Torre dell'Orso. Innanzitutto una torre di guardia o avvistamento, chiamanta anche "Torre di porto dell'orso", struttura risalente alla seconda metà del XVI° secolo, posta su una scogliera che domina una magnifica spiaggia. Questa vede la presenza di sabbia finissima color argento ed un mare cristallino, molto apprezzato dai turisti e, come detto, premiato dall'Unione Europea.

Passeggiando poi lungo questa parte di costa ci si imbatte in una grotta, chiamata grotta di S.Cristofaro, che racchiude degli antichi graffiti. Nella zona meridionale della baia poi si trovano due suggestivi faraglioni, chiamati "Le due sorelle" per via di un'antica leggenda. Questa racconta di due sorelle appunto che, dopo un aver voluto effettuare un bagno rinfrescante tra le acque di Torre dell'Orso, a causa del mare agitato non riuscirono più a ritornare a riva, gli Dei mossi a compassione per la sorte delle due, le tramutarono nei faraglioni che attualmente si vedono.

Come arrivare

Questa splendida località turistica è raggiungibile attraverso diversi mezzi. In treno, la stazione ferroviaria più vicina è quella di Lecce, distante circa 25 Km. Una volta arrivati qui, sono disponibili diversi autobus per poter raggiungere comodamente Torre dell'Orso. Per coloro che volessero optare per l'aereo, invece, l'aeroporto più vicino è quello di Brindisi "Papola Casale" (a circa 60 Km). Atterrati nello scalo brindisino, si possono prendere degli autobus per Lecce e, da qui, ancora un autobus per raggiungere il centro balneare. In automobile, invece, si deve percorrere l'autostrada A14 (Bologna-Taranto) o l'A16 (Napoli-Canosa) per giungere a Bari, qui prendere l'uscita Bari Nord per indirizzarsi poi verso la superstrada Brindisi-Lecce. Prima di entrare a Lecce, imboccare la tangenziale Est e, prendendo l'Uscita 9B, andare verso Merine-Verole-Melendugno. Arrivati in quest'ultima località, basta seguire le indicazioni per Torre dell'Orso.

Localita' limitrofe

Per coloro che amano girovagare e scoprire le attrattive dei luoghi limitrofi, una volta visitato questo splendido centro balneare, è possibile ammirare anche altre magnifiche località nei dintorni. Infatti, sempre nel comune di Melendugno, vi sono altri siti affascinanti da scoprire e visitare, come ad esempio S.Andrea, che offre altri faraglioni suggestivi, grotte ed un porticciolo caratteristico. Altrettanto bella è Roca Vecchia, con un interessante parco archeologico in cui vi si possono osservare i resti di antiche civiltà scomparse. Anche se l'attrattiva più famosa è una piscina d'acqua naturale, una conca chiamata "La Poesia", considerata tra le più belle del nostro Paese. Anche S.Foca offre tanto ai suoi visitatori: Le Cesine, un'oasi naturale del WWF, area dove è diffusa della macchia mediteranea; il castello di Acaya, luogo dove si svolge ogni prima domenica del mese un mercatino caratteristico; o, ancora, insanature sabbiose splendide, dove si possono trovare anche scogli dalla forma particolare, come quello cosiddetto "Dell'Otto".

Scopriamo insieme Acaya di Lecce

Acaya di Lecce è un centro dalle dimensioni molto piccole, vantando appena 450 abitanti, tuttavia questa località è davvero molto interessante sul piano turistico e storico. Scopriamo subito per quali ragioni.

Acaya è esattamente una frazione di Vernole, comune appartenente alla provincia di Lecce, e si tratta di un centro situato in una posizione decisamente strategica.

Dista solo pochi minuti da Lecce, e questo è un importante punto di forza, allo stesso tempo la località in questione è molto vicina al mare, ovvero ad un magnifico tratto di costa salentina affacciata sul Mar Adriatico.

Acaya è vicinissima ad un vero e proprio paradiso di natura, ovvero la Riserva Naturale Le Cesine, la quale custodisce tantissime specie di flora e di fauna, anche piuttosto rare.

Le coste che contraddistinguono questa zona del Salento alternano spiagge sabbiose e scogliere, e a brevissima distanza da Acaya si trovano delle località balneari molto rinomate: San Foca, Torre dell'Orso, e tutti gli altri centri appartenenti alla Marina di Melendugno.

Anche le marine leccesi, come San Cataldo e Torre Chianca, sono davvero molto vicine ad Acaya, dunque chi vuol trascorrere una piacevole giornata tra mare e sole non ha che l'imbarazzo della scelta.

Una città fortificata ricca di costruzioni storiche

Ma per quale ragione, dunque, Acaya è considerata un centro così importante pur avendo piccole dimensioni?

La caratteristica più importante che rende Acaya una meta davvero molto particolare è rappresentata dal fatto che questa località corrisponde ad un'antichissima città fortificata risalente al XVI secolo.

Visitare Acaya è dunque un'esperienza davvero speciale, e scoprendo queste antiche costruzioni è un po' come rivivere epoche passate.

L'antica città fortificata di Acaya sfoggia uno schema viario a maglia ortogonale, e custodisce molte costruzioni storiche assai interessanti.

Tra queste è possibile menzionare l'imponente Castello nato dall'ingegno di Gian Giacomo dell'Acaya, la Chiesa di Santa Maria della Neve, la Cappella di San Paolo.

Un paesaggio naturale magnifico

Se si parla di Acaya di Lecce non si può non far riferimento al suo bellissimo contesto naturale: Acaya sorge infatti in un territorio ricco di verde e di tratti incontaminati, il quale configura un paesaggio molto riposante, perfetto per conciliare il relax e la distensione mentale.
Non è certamente per caso, d'altronde, se ad Acaya è stato realizzato uno dei più rinomati resort del Salento, Acaya Golf Club, una grande struttura ricettiva molto nota anche per il suo grandissimo campo da golf a 18 buche: giocare una partita a golf ad Acaya può essere davvero una magnifica esperienza, nonché un modo suggestivo e accattivante per respirare le magnifiche atmosfere che contraddistinguono questi luoghi naturali.

Acaya di Lecce, dunque, è una località assai interessante sia per chi sta cercando una località nel Salento presso cui pernottare, magari per chi pretende una zona riposante e riservata, sia per chi si trova nel Salento e desidera vivere un'escursione molto intensa ed accattivante dal punto di vista storico.

Le due sorelle e la spiaggia di Torre dell'Orso

Nella provincia di Lecce e in particolare nella zona di Melendugno, sorge una marina che pochi si aspetterebbero di trovare, ma che negli ultimi anni sta conquistando l'attenzione dei turisti sempre più dipendenti dalle vacanze in Salento e dalle sue coste incantevoli. Torre dell'Orso si trova nel cuore dell'antica Messapia o "Terra tra due Mari", affacciata sul versante adriatico, a pochi chilometri da altre suggestive località costiere come San Foca, Torre Sant'Andrea e Frassanito. Il suo nome curioso è attribuito da molti alla presenza nel passato delle foche monache, altri presuppongono derivi da Sant'Orsola, ma una ipotesi più verosimile è quella del cognome dell'antico proprietario della baia: Urso.

Per godere appieno delle meraviglie della Costa Adriatica Salentina, si potrebbe scegliere di soggiornare presso Corte del Salento, un villaggio turistico rinomato per la sua vicinanza a Otranto, Torre dell’Orso e Torre Sant’Andrea.

La vista mozzafiato delle Due Sorelle sul mare cristallino

A poca distanza dalla spiaggia di Torre dell'Orso si ergono naturalmente due spettacolari faraglioni, che regalano alla vista un contrasto meraviglioso, creato dal riflesso del sole nell'acqua limpida del mare.
I due faraglioni sembrano molto simili e vicini, tanto da riprodurre una sorta di abbraccio tra le due enormi pietre, denominate “Le Due Sorelle”.
La leggenda narra che due graziose sorelle si siano recate sulla spiaggia a vedere il mare per la prima volta e che, ammaliate da così tanta bellezza una delle due si sia gettata dalla scogliera, ignorando il pericolo di tale gesto; quando la ragazza si rende conto di non poter sfuggire alla furia delle onde inizia a gridare, così l'altra sorella si getta in mare per salvarla.
Non riusciranno mai più a tornare sulla terra ferma, ma gli Dei, mossi da grande compassione, decisero di trasformare i loro due corpi nei due faraglioni.

La baia di Torre dell'Orso colorata d'Argento

Lungo una spiaggia lunga poco meno di un chilometro si può accarezzare una sabbia finissima e argentata, si può godere del caldo sole sulle tipiche dune basse e ci si può rinfrescare nella pineta, dove sorgono chioschi e locali attrezzati per ogni esigenza. La grande insenatura è delimitata da due scogliere e dalla caratteristica Grotta di San Cristoforo nota per i suoi antichi graffiti in lingua greca e latina. I diversi stabilimenti balneari presenti nella baia offrono eccellenti servizi di ristorazione, di attività sportive e giochi acquatici di ogni genere.
La spiaggia salentina è ormai meta indiscussa soprattutto dai giovani che oltre al divertimento sono in cerca di spiagge pulite ed in parte ancora incontaminate; la spiaggia di Torre dell'Orso continua a conquistare infatti la Bandiera Blu europea sinonimo di limpidezza e pulizia delle acque.

Pernottare: le alternative più varie

Trovati i biglietti del treno si passa a organizzare il pernottamento. E qui bisogna fare un po’ di valutazioni. Si punta sul prezzo o sulla comodità? Costa adriatica, ionica o borgo antico? Meglio un campeggio o un hotel? Un B&B con piscina costerà più o meno di un agriturismo? Le alternative sono molteplici e, per tale ragione, è fondamentale soppesare al meglio le proprie esigenze.

Il campeggio

Il campeggio è l’alternativa più avventurosa e presenta diversi vantaggi. La zona offre in abbondanza camping a ridosso del mare, sia sull’Adriatico e sia sullo Ionio, che variano per prezzi e standard qualitativi. Il campeggio è scelto spesso da chi è in cerca di soluzioni low cost, ma non è detto che sia sempre così. Innanzitutto occorre fare due conti, perché se non si dispone dell’attrezzatura necessaria si rischia di spendere ancora di più di quanto richiederebbero le altre soluzioni. Si tratta però di un’alternativa in grado di garantire divertimento e ampie opportunità di conoscere gente nuova. I campeggi sorgono solitamente a ridosso della spiaggia e permettono di vivere una vacanza costantemente al massimo.

 

Gli agriturismi

Chi opta per un agriturismo ha la possibilità di vivere il proprio soggiorno in maniera differente, tra escursioni organizzate, aria pulita e il fascino agreste che da sempre contraddistingue il Tacco d’Italia. Una masseria è luogo di conservazione dell’identità salentina e permette di approfondire al meglio l’aspetto eno-gastronomico, punto di forza del Salento.

Hotel di lusso

Il target turistico è vario e sfaccettato, anche grazie a un’offerta molteplice e in grado di assecondare io gusti di tutti. negli anni, è aumentata la domanda anche da parte di un turismo dagli standard più elevati. Relais de charme, hotel di lusso, centri benessere sono la soluzione per chi desidera vivere la propria vacanza all’insegna del lusso e del comfort.

Il meraviglioso orto botanico

Luoghi selvaggi ed incontaminati, intrecci in cui il folklore è la voce fuori campo narrante di un’epifania salentina, quel che si vede, si svela. In Salento puoi familiarizzare con la vegetazione ed il paesaggio passeggiando a piedi o in bici lungo le campagne, altra cosa è “La Cutura”, il giardino botanico.

Posto a metà strada tra Palmeriggi e Giugianello, il giardino è stato ricavato dalla ristrutturazione di un’antica tenuta. All’arrivo troverete il fondatore con la sua storia: era un ex bancario con una grande passione per la botanica e per le piante grasse, suoi gioielli da collezione.

La tenuta di campagna gli spettò in eredità dalla nonna spagnola; data la sua passione, faceva numerosi viaggi per conoscere ed importare specie vegetali da ogni parte del mondo, le specie cominciarono ad essere numerose fino a che la tenuta di campagna si trasformò in un vero e proprio orto botanico. In questo giardino botanico la particolarità sta nella divisione delle aree in giardini ciascuno con un nome che suggerisce e raccoglie il senso delle specie vegetali.

Carnevale di Putignano

In Puglia si svolge ogni anno uno degli eventi più caratteristici noti in Europa, ovvero il Carnevale di Putignano.

Nella cittadina dell'entroterra barese si radunano numerosi turisti per entrare in contatto con questa meravigliosa manifestazione, dove ogni anno sfilano i consueti carri allegorici e le migliori maschere del paese.

Per il carnevale di Putignano non c’è pagamento di un prezzo di ingresso alla sfilata, la visione e partecipazione sono libere e il Carnevale ha la funzione della Festa intesa come salutare interruzione dei ritmi e delle regole del vivere quotidiano.

Storia

Quello di Putignano pare sia uno dei più antichi in Italia, tanto che risalirebbe al 1394 quando, i cavalieri di Malta, trasferirono le reliquie di Santo Stefano nell'entroterra pugliese, per difenderle dai Saraceni.

Come meta fu scelta proprio Putignano i cui cittadini, all'arrivo delle reliquie, lasciarono la loro occupazione per festeggiare con balli e canti e processioni l'evento: da quel giorno nacque la tradizione di festeggiare con scherzi e canti di tipica estrazione contadina il carnevale.

Successivamente al primo dopoguerra la tradizione si sposta verso un carnevale più moderno, con canti allegorici e maschere.

Programma

Ogni anno il Carnevale di Putignano offre manifestazioni ed eventi tutte le domeniche e i giorni principali del Carnevale, a partire dalla fine di Gennaio.

Dal giorno di S. Antonio iniziano i giovedì in cui si prendono in giro i vari ceti sociali. Il 2 febbraio c'è la festa dell'Orso che serve a predire il clima dell'inverno restante. Il martedì grasso si entra nel vivo con la parate di carri allegorici ed il funerale de Carnevale, in cui un maiale di cartapesta viene arso nella piazza principale.

Gli ultimi minuti della festa sono scanditi da una campana gigante in cartapesta, esposta nella piazza e nota come Campana dei Maccheroni.

Delle vacanze considerate irrinunciabili dai nostri giovani, quelle in Salento si collocano, probabilmente, al primo posto.
Vedremo, nell'articolo che segue, quali siano le ragioni di tanto successo e quali canali utilizzare per trovare offerte di vacanze in Salento.

In un panorama nazionale in cui è possibile trovare in numerose regioni località ricche di sabbia finissima, acque cristalline e bellezze artistiche e naturali, ci si chiede perché mai i giovani, anno dopo anno, occupino ogni centimetro quadrato dei lidi della penisola salentina; la risposta è nel fatto che, dalle offerte per i posti letto ai locali notturni, tutto è a misura di
giovane.

Il successo assicurato

L'attenzione dedicata a ventenni e trentenni fa sì che il turismo sia in grado di soddisfare portafogli di ogni capienza lasciando, nei visitatori che se ne vanno, il desiderio di tornare l'anno successivo.

Le offerte più vantaggiose 

Per quanto le offerte non scarseggino, chi voglia trascorrere le vacanze in Salento deve essere in grado di programmarle per tempo, poiché è difficilissimo trovare case o posti in campeggio all'inizio dell'estate.
Vedremo, nell'elenco che segue, chi contattare per non correre il rischio di dover modificare la propria destinazione per non averci pensato prima.

Salento.com

Quello che vi mostriamo è uno dei punti di riferimento per chiunque: questo sito è infatti ricco di suggerimenti e consigli utili per vivere al meglio quanto ha da offrire la penisola, senza trascurare una serie di contatti per trovare in fretta un posto dove alloggiare.
Di particolare interesse è la sezione riservata alla cucina salentina, che fornisce una serie di ricette di facile realizzazione, per incominciare l'avventura prima di partire.

Salentoviaggi

Questo portale, dedicato per intero alla località, consente di trovare una soluzione per ogni esigenza: dal sito è infatti possibile trovare offerte per immobili di tutte le dimensioni, macchine in affitto, campeggi e bed and breakfast, per delle vacanze su misura.
La pagina consente inoltre una ricerca mirata alle specifiche località della penisola, ideale per quanti abbiano in mente una meta precisa.

Salentonet

Dedicata alle vacanze in Salento, questa pagina arricchisce le informazioni di carattere logistico con una serie di note sulle caratteristiche delle varie località, aiutando così i visitatori nell'esplorazione del territorio.
Quanti abbiano un immobile o un'attività commerciale in zona, possono aggiungere con facilità la struttura interessata nella mappa del sito, per ricevere da subito le offerte di potenziali clienti.

Una vacanza per tutte le stagioni

Una zona turistica che quindi non solo attrae i giovani ma che è meta di destinazione anche per gli adulti più grandi. Le strutture alberghiere di fascia medio-alta hanno registrato il tutto esaurito, segno di una vitalità della terra salentina che da un po’ di anni a questa parte sta trainando il turismo della Regione. Il turismo salentino è in grado dunque di attrarre clienti 365 giorni l’anno, senza dedicarsi esclusivamente alla stagione estiva, che tuttavia rappresenta il piatto forte della zona grazie alle numerose spiagge e al divertimento garantito.

Cosa vedere in terra salentina?

Di seguito elenchiamo una serie di luoghi da non perdere assolutamente quando si prenota una vacanza in terra salentina:

  • Porto Selvaggio: la spiaggia con il suo mare cristallino è un’occasione imperdibile per tutti i turisti. Per l’aperitivo consigliamo il Fico d’India, il locale con la miglior visuale dell’intera Regione;
  • Gallipoli vecchia: luogo ideale per una passeggiata tra vecchi borghi, chiese, dimore storiche e gli immancabili negozi d’artigianato;
  • Baia di Gallipoli: qui troverete le migliori spiagge del Salento, con divertimento assicurato per i giovani e feste tutte le notti e a tutte le ore. Baia Verde è uno dei posti preferiti dai ragazzi. Per chi desidera invece un posto più rilassante, consigliamo Punta della Suina;
  • Caletta del Ciolo: visitabile solo dal mare, rappresenta l’escursione ideale per gli amanti del trekking;
  • Otranto: chi va in terra salentina in vacanza, non può non andare un giorno ad Otranto, godendosi il panorama mozzafiato, le splendide mangiate ai frutti di mare e la Cattedrale che domina la città;
  • Baia dei Turchi: a pochi chilometri da Otranto, in questo posto potrete ammirare mare cristallino e spiagge bianche. Per gli amanti del genere musicale reggae, si consiglia la zona di Frassinito dove ascoltare e ballare a ritmo della musica dei Sud Sound System;
  • da non dimenticare tutta la tradizione di cucina e dolci della zona, che rappresentano delle vere e proprie delizie per i palati dei turisti.

I pupi nella cartapesta leccese: un souvenir d’arte da portare dal vostro viaggio nel Salento

La cartapesta è un'arte antichissima, nonchè un'arte povera, prevedendo il semplice utilizzo di vecchia carta mescolata con materiali collosi.

In molti sostengono che il vero "cuore" da cui la cartapesta ha avuto modo di svilupparsi nel Salento è Soleto, piccolo comune della provincia di Lecce effettivamente molto noto per i suoi mastri cartapestai, altri invece sono del parere che la cartapesta abbia preso piede principalmente nel capoluogo di provincia, ovvero nella città di Lecce, dove ancora oggi sono attive diverse botteghe artigiane, soprattutto nella zona del centro storico.

I "pupi", la più tipica creazione dei cartapestai salentini

Con il termine "pupi" si fa riferimento, in Salento, a tutti i personaggi impiegati per l'allestimento dei presepi; non solo la Madonna, San Giuseppe e il Bambinello, dunque, ma tutti i personaggi tramite cui si riesce a ricreare il tipico e inconfondibile presepe salentino.

I modelli realizzati dai più bravi cartapestai sono perfetti a livello anatomico e sono delle vere e proprie opere d'arte riproposte in diverse dimensioni.

Sebbene i pupi siano, come detto, i personaggi dei presepi, questo termine è spesso impiegato anche a livello più generale, ovvero facendo riferimento a tutte le statue prodotte in cartapesta.

La tradizione legata alla realizzazione dei pupi è così sentita che ogni anno, in prossimità del Natale, vengono organizzati diversi mercatini dedicati a queste creazioni, e uno dei più importanti è sicuramente quello che si tiene a Lecce, in cui moltissimi artigiani locali hanno modo di proporre le loro creazioni.

Non è un caso, ovviamente, il fatto che la Fiera dei Pupi leccese si tenga nel mese di dicembre: nelle settimane che precedono il Natale, infatti, i pupi acquistati sono collocati nei presepi in realizzazione.

I pupi nei bellissimi presepi salentini

La tradizione di allestire dei presepi è importante almeno quanto l'antica arte dei mastri cartapestai.

I pupi in cartapesta salentini, non si rivolgono esclusivamente ai piccoli presepi domestici, ma queste così belle creazioni raggiungono il top del loro fascino artistico soprattutto nei presepi di grandi dimensioni, i quali sono esposti all'interno di chiese ed altri luoghi pubblici durante le Festività e non solo.
Durante la vostra vacanza a Lecce, potrete visitare uno dei più bei presepi presenti sul territorio.

Uno dei più pittoreschi, non ci sono dubbi, è quello che viene allestito da alcuni anni a questa parte dal Comune di Lecce all'interno dell'antico Anfiteatro Romano, un presepe grandissimo, ideato appositamente per essere ammirato dall'alto, in cui sono presenti tanti splendidi pupi in cartapesta dalle notevoli dimensioni.

Splendidi pupi in cartapesta possono essere ammirati, inoltre, nella ricorrenza di Giovedi Santo: nel giorno dei Sepolcri infatti molti salentini si recano presso le chiese per pregare, e tradizione vuole che ne venga visitato rigorosamente un numero disparo.

Aldilà di queste suggestive curiosità c'è da sottolineare appunto che in questa ricorrenza molte chiese di Lecce e del Salento sono solite allestire delle splendide raffigurazioni sacre in cui i pupi in cartapesta sono protagonisti.

Divertimento

Locali a Valencia: scopri insieme a noi queste splendide opzioni

Valencia è la terza città della Spagna (dopo Madrid e Barcellona of course), è una città in espansione baciata dal Mediterraneo che le regala estati lunghissime e notti “calienti”. Chissà se è questo il motivo per il quale la movida è così attiva. Durante l’estate ma anche durante l'inverno tanto mite da rendere piacevole anche in pieno Gennaio, le notti diventano mille, come mille diversi sono i gusti delle persone che vivono e amano questa città.

Leggi tutto...

Locali a Roma: ecco tutte le possibilità che ci sono nella capitale

C’era un volta la dolce vita romana… e c’è ancora! Quell’atmosfera di festa e di voglia vivere che aveva reso celebri le notti della Capitale negli anni 60 è tornata prepotentemente di moda grazie alla comparsa di numerosi locali al centro di Roma, molto gettonati sia dagli stessi romani che dai turisti, che rievocano quel momento storico ma con una maggior consapevolezza dettata dai tempi che comunque sono cambiati.

Leggi tutto...

Guide e consigli

Vacanze nel Salento? 3 Località da vedere assolutamente

Il Salento ogni anno accoglie migliaia di turisti di tutto il mondo per le sue spiagge meravigliose e le località ricche di storia e fascino. Tante sono le città del Salento, sicuramente tutte da visitare ma, ce ne sono alcune che sono tappa obbligatoria. 

Londra, una città a misura di bambino

Per diverse persone rappresenta tra le città più affascinanti della vecchia Europa, Capitale di un impero che ha dominato per secoli e che evidenzia ancora questo suo passato glorioso in ogni suo angolo. Londra continua ad essere tra le mete turistiche più apprezzate dai giovani, tuttavia anche per le famiglie e soprattutto per i bambini presenta tantissime attrazioni, che ne fanno un luogo privilegiato per soddisfare la loro curiosità e divertimento.

Città da Visitare, sviluppato dall'Agenzia Web di Roma ElaMedia Group - Partita IVA 12238581008

GDPR e Cookie Privacy. Questo sito utilizza solo Cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento). La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima modificato le impostazioni relative ai Cookies verrà interpretata come accettazione implicita alla ricezione di Cookies dal sito stesso.