Non tutti lo sanno ma le terme di Budapest rendono la città una vera “regina delle acque” grazie alle centoventicinque sorgenti termali su cui sorge.

Queste acque costellano tutto il territorio di Budapest, arrivando in superficie con temperature molto diverse tra loro, a partire da quelle più fredde sui 27° fino a quelle più calde intorno ai 78°.

Furono i Celti i primi a notare le proprietà terapeutiche di queste acque e sfruttarle a loro vantaggio. Poi arrivarono i romani che chiamarono la città “Aquincum” realizzando alcuni complessi termali.

Per i romani, le terme erano un vero e proprio rito, da seguire scrupolosamente. Prima c’era l’attività fisica, con attività ginniche in luoghi che noi oggi chiameremmo “palestre”. Dopo, inizia il trattamento vero e proprio, prima con varie vasche dove lavarsi e poi il Tepidarium. Questo era il luogo più grande ed il vero punto d’incontro tra nobili e uomini d’affari.  

Successivamente si passava al calidarium, dove si trovavano stanza sempre più calde e secche. Una volta finito questo trattamento era il momento del bano nel Frigidarium e di rilassarsi con massaggi profumati e olii vari.

Su quelle che una volta erano le antiche terme romane, l’impero ottomano costruì i suoi tipici bagni turchi che negli anni hanno subito trasformazioni ed evoluzioni, fino a divenire delle vere e proprie strutture meravigliose, location moderne e del tutto in linea con i tempi che hanno permesso alla città di essere conosciuta in tutto il mondo per le sue terme, meta ideale per tutti coloro che amano rilassarsi e dedicare intere giornate al benessere e sfidiamo chiunque a non desiderarlo dopo un intero anno.

I nostri consigli: le quattro migliori terme di Budapest

Tra tutte le terme di Budapest ecco quelle che vi consigliamo per trarre da quest’esperienza unica quanto più c’è di buono.

Al primo posto è impossibile non mettere i bagni Termali di Gellért, costituenti le più storiche terme di Budapest in quanto si hanno notizie risalenti al Medioevo.

Il Gellért consta di dieci piscine di varie dimensioni e offre servizi di ogni tipo relativi al benessere e alla cura della persona, potrete infatti fare massaggi aromatici e termali, trattamenti alla lavanda, bagni e conseguenti trattamenti nel fango.

Vale la pena di visitare queste terme a Budapest, non solo per le loro acque ma anche per la bellezza di un edificio prestigioso come questo, che mostra la bellezza dell’architettura nel periodo della Belle époque.

Non possiamo non ammirare le statue e le vetrate realizzate a mano da famosi artisti dell’epoca, che rispecchiamo tutta la magnificenza di quel periodo così intenso.

Nelle sale da bagno di donne e uomini saremo attratti dalle bellissime pareti decorate con piastrelle in ceramica uniche al mondo, realizzate dalla famosa manifattura Zsolnay di Pécs. 

Dal punto di vista della salute, le acque del bagno Gellért sono consigliate per le malattie articolari e disturbi della circolazione, e anche per patologie vertebrali.

Se non avete problemi con il freddo, o ci andate nella bella stagione, potete godervi il sole Ungherese nel parco ai piedi del colle Gellért. 

Questo bagno, in questa sua conformazione fu aperto nel 1911, resistendo a più di 100 anni di lotte e storie incredibili di questo paese.    

Al secondo posto di questa breve lista sulle terme di Budapest non possiamo non citare i bagni termali e la Piscina Széchenyi, dal nome del conte ungherese István Széchenyi, un personaggio importante per il Paese. Le terme sorgono su un palazzo dallo stile neobarocco costruito intorno ai primi del Novecento.

Il suo mix di vasche interne ed esterne comprende 18 piscine termali e le temperature raggiungono anche i 40° C, vengono offerti diversi trattamenti per corpo e il viso.

Lo stabilimento è aperto tutto l'anno, ma noi vi consigliamo di andare durante l'inverno perché è possibile ammirare uomini e donne giocare a scacchi su tavole galleggianti, il tutto mentre nevica: un vero e proprio sogno. 

Al terzo posto troviamo il Bagno Termale Kiràly le cui quattro piscine raggiungono temperature tra i 26° C e i 40°C e sono degli autentici bagni turchi le cui caratteristiche più stupefacenti sono la maestosa cupola e la piscina ottagonale, entrambi eretti nel 1570, al centro di Budapest.

Le sale terapeutiche qui presenti sono considerate adatte per malattie degenerative e per problemi alla schiena, ottime quindi dopo un anno di smart working ed il tutto alla modica cifra di 10 euro al giorno.

terme di budapest

Infine, a chiudere questa lista sulle terme di Budapest, poniamo uno degli stabilimenti più amati per la sua atmosfera unica: il Bagno Termale di Rudas, fondato nel sedicesimo secolo nella Zona di Buda.

La sua struttura porta i segni evidenti dell’influenza ottomana tanto nello stile quanto nelle scelte architettoniche, vi basti pensare alla cupola di dieci metri di diametro, alla piscina ottagonale, agli oculi del soffitto che permettono l’ingresso dei raggi del sole.

Qui vi è la possibilità, il venerdì ed il sabato di effettuare una sessione notturna dalle 22:00 alle 4:00, con un costo del biglietto di circa 15 euro: il relax è garantito, proprio come in tutte le terme di Budapest.

L’Isola di Margherita: il polmone di Budapest

Se scegliete di trascorrere le vostre vacanze a Budapest non potrete non visitare l’Isola di Margherita, un sottile lembo di terra facile da raggiungere perché legato alla grande città grazie a due ponti.

L’Isola sorge dalle acque malinconiche del Danubio ed è un luogo ricco di vegetazione che vi permetterà di trascorrere il vostro tempo nella quiete e nel relax.

Le attività da scegliere sono molteplici e vanno dallo sport come il tennis, alle semplici passeggiate, dalle corse in bicicletta sulle apposite piste ciclabili a quelle che sono tra le più famose terme di Budapest.

Durante il periodo romano l’Isola fu la vera e propria culla termale di Budapest e durante il Medioevo una riserva di caccia oltre che sede di numerose chiese e conventi.

terme budapest


La prima cosa che non potrete perdervi è sicuramente la fontana musicale, situata nella zona nord, grazie alla suono della musica classica la fontana crea delle stupende coreografie dove non mancano i colori in grado di coinvolgere e lasciare a bocca aperta.

Addentrandosi nel cuore dell’isola potrete affidare il vostro benessere a quelle che sembrano essere tra le migliori terme di Budapest, troverete molte piscine, alcune delle quali costituite da acque curative, altre dedicate al divertimento: ottime insomma sia per chi viaggia in coppia sia per chi viaggia con gli amici.

Sull’Isola troverete inoltre un meraviglioso roseto, possibile da ammirare in primavera, nella parte nord troverete invece un “classico” giardino giapponese compreso di stagno popolato da pesci, giardino in pietra, alberi nani e cascata artificiale.

Non mancano inoltre un teatro all’aperto e il dato storico del convento domenicano rifugio della Santa d’Ungheria, oltre che i resti di una chiesa francescana.
Per accedere all’isola e godervi le terme di Budapest più rilassanti vi basterà percorrere a piedi uno dei due ponti oppure optare per il noleggio di scooter elettrici o golf cart, pratici anche per muovervi sull’Isola.

L'articolo è stato scritto dalla Redazione di ElaMedia Group

Altri articoli che potrebbero interessarti

Luoghi di interesse a Malta. Ecco i principali da vedere

Luoghi di interesse a Malta

Tra le destinazioni che vale la pena di prendere in considerazione nel caso in cui si stia progettando un viaggio in famiglia, Malta è senza alcun dubbio una delle più attraenti, per la sua capacità di rilassare e di divertire al tempo stesso.

Monumenti di Londra, ecco quelli da non perdere assolutamente

monumenti di londra

Visitata ogni anno da milioni di turisti provenienti da tutti il mondo attratti dalle sue bellezze e meta di studenti e professionisti europei che vogliano migliorare il proprio curriculum, Londra da diversi secoli è diventata un punto di riferimento mondiale per l’economia, la cultura, l’arte e la storia.