Il Salento ogni anno accoglie migliaia di turisti di tutto il mondo per le sue spiagge meravigliose e le località ricche di storia e fascino. Tante sono le città del Salento, sicuramente tutte da visitare ma, ce ne sono alcune che sono tappa obbligatoria.

Scegliere un servizio di noleggio auto nel Salento, sicuramente può essere una valida opzione se dovete muovervi in autonomia lungo le strade della Provincia di Lecce.

In effetti, sono ormai diverse le persone che preferiscono i vantaggi offerti da un'automobile piuttosto che quelli di altri mezzi, quali ad esempio i treni, per potersi muovere. Noleggiando un veicolo, infatti, non si è obbligati ad orari e quindi si può decidere di partire quando si desidera da una località e, al tempo stesso, si possono effettuare tutte le soste che si vogliono, magari decidendo anche di fare una deviazione dal percorso o programma originale.

Di conseguenza, il maggior vantaggio di una macchina è poter usufruire del massimo dell'autonomia e della libertà nello scoprire una località o un'area turistica. Ed il Salento, come vedremo, ha tanto da offrire, sia dal punto di vista storico-artistico che paesaggistico, senza tralasciare naturalmente anche quello enogastronomico. Cominciamo quindi questo viaggio alla scoperta di una terra bellissima ed affascinante, descrivendone tre località da non perdere.

Partendo proprio da Lecce…prima tappa del nostro tour scopriamo cosa vedere in salento.

Lecce, la città dallo stile tutto barocco

La prima città salentina da vedere è Lecce, detta anche la “Firenze del Sud”, famosa in tutto il mondo per il suo stile barocco. Lecce è un palcoscenico di bellezze che comprendono rosoni, ghirigori, archi, piazzette e vicoli caratteristici in cui sarà bellissimo perdersi in quest'atmosfera meridionale e calda. Essa infatti è molto calorosa e interessante soprattutto per tutte le attrazioni che offre da visitare.

Passando sotto l'Arco di Porta Napoli si arriva alla piazza principale, Piazza Duomo in cui spicca in tutta la sua bellezza la Basilica di Santa Croce con il suo altissimo e bellissimo campanile.

Questa struttura, edificata tra il XVI° ed il XVII° secolo, rappresenta uno dei più affascinanti esempi del cosiddetto Barocco Leccese ed al suo interno ospita diverse pregevoli opere d'arte, tra cui un affresco di epoca cinquecentesca, raffigurante la Madonna di Constantinopoli.

La particolarità di queste chiesa è che la facciata è interamente ricoperta di pietra leccese. A pochi passi si trova Piazza Sant'Oronzo che racchiude i resti dell'anfiteatro che durante l'estate ospita spettacoli e rappresentazioni teatrali.

Sulla parte posteriore della piazza si intravede il castello di Carlo V.

In realtà, il celebre re spagnolo non fece altro che ristrutturare, modificare ed ampliare un antichissimo maniero, risalente ad alcuni secoli prima, tra il XIII° ed il XIV°. Lo scopo di questi interventi era puramente difensivo. Gli ampi ambienti interni, al giorno d'oggi, ospitano eventi e manifestazioni di tipo culturale.

A Lecce è facile riconoscere anche l'impronta rinascimentale molto marcata tra le sue numerose chiese come quella di Santa Maria delle Grazie sede di importanti affreschi e la Chiesa del Rosario, con la sua fantastica facciata artistica, sicuramente.

La visita in questa straordinaria città deve proseguire verso il Monastero degli Olivetani, un ex convento del XII secolo con la particolarità di avere ai due lati due chiostri con al centro un pozzo baldacchino. Attualmente questa attrazione è sede dei Beni Culturali dell'Università del Salento.

Otranto, cosa vedere in questa meravigliosa città

Otranto, piccolo comune salentino racchiude una bellezza mozzafiato, talmente imponente che ogni estate risulta essere la città più visitata dai turisti.

Le sue spiagge, il suo centro storico e la sua atmosfera calorosa, entra ne cuore e nei ricordi di chiunque la visita. Il meraviglioso centro storico è costellato di vicoli e piccole botteghe artigianali dove le mani abili degli artigiani tramandano la tradizione della creazione di oggetti favolosi che ogni anno colorano le dimore di molti turisti.

Le due attrazioni principali della città sono la Cattedrale, definita come una delle più grandi della Puglia, costruita nel 1088. Il suo pavimento è uno straordinario mosaico, rappresentante il Biblico “Albero della Vita” restaurato da poco. La sua facciata è interamente in pietra bianca e al suo interno sono custoditi i resti degli 800 martiri uccisi durante l'invasione turca. La più imponente attrazione di Otranto è il Castello Aragonese, costruito come fortezza, è possibile visitare l'interno per ammirare i resti di quella che è stata una storia lunga e travagliata sotto il dominio turco per circa un secolo.

Questa struttura venne edificata sul finire proprio del XV° secolo da Alfonso d'Aragona e rappresenta un vero e proprio capolavoro di arte militare, il quale ispirò e diede, tra le altre cose, anche il nome al primo romanzo gotico della storia letteraria, del 1764. Infine, anche il celebre Voltaire si ispirò ad esso per il libretto di una sua opera.

La notorietà di Otranto è dovuta anche alle sue bellissime incantevoli spiagge come Baia dei Turchi caratterizzata dalla sua immensa pineta in cui si dislocano i vari sentieri per arrivare alla spiaggia e Baia di Orte, una delle spiagge più selvagge e incontaminate di tutto il Salento.

La prima si distingue per essere un lembo di sabbia chiara che fronteggia un mare cristallino, in cui la vista e gli odori offerti dalla macchia mediterranea circostante sono impareggiabili. La seconda, invece, presenta un fondale basso e roccioso, ma con delle acque trasparenti di considerevole bellezza. Ambedue sono tra le località marine più suggestive dell'intera regione.

Presicce e Specchia, tra i borghi più belli d'Italia

Durante la vacanza in Salento non deve mancare una visita a Specchia e Presicce, definiti tra i più bei borghi d'Italia. Due meraviglie medievali che con i loro vicoli illuminati dai raggi del sole, si evidenziano tutti i particolari degli antichi palazzi il quale fanno di questi due borghi uno dei più grandi orgogli salentini. Se vi state chiedendo cosa vedere in Salento, non potere perdere questi due borghi.

Presicce è noto per la sua estensione sotterranea in cui sono situati gli antichi frantoi rimasti ancora intatti, che per secoli hanno prodotto l'olio locale. Il centro storico invece è concentrato tutto intorno a Piazza del Popolo e Piazza Villani che comprendono il Palazzo Ducale attualmente sede del Museo della Civiltà contadina.

A Specchia, il borgo incastonato trai due mari, appena si mette piede, si respira subito l'atmosfera delle abitudini locali. Un borgo affascinante e incantevole dove il tempo sembra essersi fermato ammirando il suo centro storico fatto di vicoli e scale che conducono nella parte alta della cittadina, dove è possibile scorgere la bellissima Piazza del Popolo, arricchita dai suoi palazzi più eleganti come Palazzo Risolo risalente al ‘500, la Chiesa della Beata Vergine Maria del XV secolo e il bellissimo portico di Palazzo Baronale Ripa.