Dopo un tour europeo dove avete imparato grazie alle nostre guide cosa vedere a Berlino, cosa vedere a Parigi e Londra, è il momento di scoprire il resto del mondo. Una delle destinazioni più intriganti è Città del Messico, la capitale dell’omonimo Stato. Cosa vedere a México City pone una sfida, perché è una città vivace, frenetica, vitale e caotica, ma con molte cose da vedere, un centro storico che ancora custodisce molte rarità della cultura azteca circondato da quartieri in cui si mescola tradizioni e modernità. Per programmare il viaggio e capire cosa vedere a México City è importante i giorni che si hanno a disposizione.

Menu di navigazione dell'articolo

Un giorno è davvero poco, ma non impossibile per vedere almeno i principali monumenti, passeggiando per la città. Non proponiamo un itinerario su cosa vedere a Mexico City, ma indichiamo le principali attrazioni, sapendo che per visitarle tutte occorrono almeno tre giorni.

Cosa vedere a México City

Centro Historico con Plaza de La Constitucion

La prima cosa da fare giunti a Città del Messico è visitare il suo Centro Historico con Plaza de La Constitucion. Si tratta del cuore della città e offre uno dei centri storici più ricchi di cose da vedere al mondo. Qui sono concentrate le principali attrazioni, i monumenti, i palazzi e il tempio Mayor azteco. Il centro del centro è Plaza de la Constitucion – chiamata El Zocalo – una piazza enorme sulla quale si affacciano la Cattedrale della Città e il Palacio Nacional. Qui si trova anche uno dei ristoranti più rinomati: il Balcòn del Zòcalo che offre una vista panoramica sulla piazza e ottimo cibo locale.

Catedral Metropolitana de la Ciudad de México

La Catedral Metropolitana de la Ciudad de México è senza dubbio uno degli edifici più imponenti e storicamente significativi della capitale messicana. La sua costruzione ebbe inizio nel 1524 per volere del celebre conquistatore Hernán Cortés, poco dopo la caduta dell'Impero Azteco. Situata nella piazza principale della città, il Zócalo, la cattedrale non solo rappresenta un simbolo della fede cattolica, ma anche un monumento di grande rilevanza storica e culturale che racconta la storia della conquista, della colonizzazione e della mescolanza culturale del Messico.

Architettura e Stili

La Catedral Metropolitana è un esempio straordinario di architettura che combina diversi stili artistici, prevalentemente barocco e gotico. Questa fusione di stili architettonici non solo riflette l’evoluzione dell’arte e dell’architettura nel corso dei secoli, ma anche l’influenza culturale che la Spagna esercitava sulle sue colonie.

  • Stile Barocco: Questo stile si manifesta nelle ricche decorazioni, nelle intricate facciate e nei dettagli ornamentali. Il barocco è evidente nelle cappelle laterali, nei grandi altari dorati e nelle elaborate sculture che adornano l'interno della cattedrale.
  • Stile Gotico: Le caratteristiche gotiche sono visibili nelle alte navate, nei grandi archi a sesto acuto e nelle vetrate colorate. Questi elementi conferiscono alla cattedrale un senso di verticalità e di elevazione spirituale.

Dimensioni e Struttura

La Catedral Metropolitana è una delle chiese cattoliche più grandi al mondo e la più grande in America Latina. La sua maestosità è sottolineata dalle sue dimensioni imponenti: 110 metri di lunghezza e una superficie totale che ospita cinque navate principali. La pianta della cattedrale è un perfetto esempio di simmetria e proporzione, con numerose cappelle laterali che arricchiscono l’edificio sia spiritualmente che artisticamente.

  • Navate: Le cinque navate della cattedrale, sostenute da possenti colonne, offrono uno spazio ampio e solenne per la celebrazione delle funzioni religiose. Ogni navata è decorata con affreschi, sculture e opere d'arte che rappresentano scene bibliche e figure di santi.
  • Cappelle: Le sedici cappelle all'interno della cattedrale sono dedicate a vari santi e patroni. Ogni cappella è un capolavoro a sé stante, con altari decorati, dipinti, e reliquiari preziosi. Tra le più note, la Cappella del Santo Cristo e la Cappella della Vergine di Guadalupe attirano numerosi fedeli e turisti ogni anno.

Elementi Architettonici e Decorativi

La Catedral Metropolitana non è solo una meraviglia architettonica, ma anche un tesoro di arte sacra e decorativa. Tra gli elementi più notevoli vi sono:

  • Altare Maggiore: L'altare maggiore è un magnifico esempio di arte barocca, riccamente decorato con foglia d'oro e statue di santi. È il fulcro della cattedrale, dove si celebrano le messe principali.
  • Organo Monumentale: La cattedrale ospita uno degli organi più grandi e antichi del continente americano, con canne di diverse dimensioni che producono un suono maestoso e avvolgente durante le celebrazioni liturgiche.
  • Cupola: La cupola centrale, con i suoi affreschi e le sue decorazioni, è un simbolo di elevazione verso il divino. La luce che penetra dalle finestre della cupola crea un'atmosfera mistica e spirituale all'interno dell'edificio.
  • Facciata: La facciata principale della cattedrale è un capolavoro di scultura e architettura. Le sue torri gemelle e i portali decorati sono esempi eccellenti del barocco messicano, arricchiti da statue e bassorilievi che rappresentano scene religiose e figure storiche.

Importanza Culturale e Spirituale

La Catedral Metropolitana è molto più di un luogo di culto. È un simbolo della fede cattolica in Messico, un monumento storico che racconta secoli di storia e un punto di riferimento culturale per la città di Città del Messico. Ogni anno, migliaia di pellegrini e turisti visitano la cattedrale per ammirarne la bellezza e per partecipare alle celebrazioni religiose.

  • Eventi e Celebrazioni: La cattedrale è il cuore delle celebrazioni religiose della città, ospitando eventi importanti come le processioni della Settimana Santa, le messe di Natale e le festività dedicate alla Vergine di Guadalupe.
  • Patrimonio dell'Umanità: Grazie alla sua importanza storica e culturale, la Catedral Metropolitana è stata inclusa nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, riconoscendo il suo valore universale e la necessità di conservarla per le future generazioni.

Alameda Central

Tra le cose da vedere a Mexico City ci sono anche i parchi dalle immense estensioni. Uno dei parchi cittadini più belli è l’Alameda Central, ideale luogo di refrigerio per fuggire il caldo torrido estivo. È uno dei parchi più antichi, anche questo risalente al XVI secolo, fu istituito nel 1529: un tempo si svolgeva il mercato azteco, oggi è ritrovo per turisti e per i cittadini. L’ingresso del parco è molto vicino a un altro sito meritevole di visita (ma a pagamento): il Museo delle Belle Arti. L’area è ricca di negozi, piccoli ristoranti e locali di tendenza.

Bosque de Chapultepec

Sempre rimanendo nei parchi, l’area verde più grande di Mexico City è il Bosque de Chapultepec a ovest del centro storico. È diviso in tre settori e offre una refrigerante e rilassante pausa. Il Parco ospita al suo interno il Castillo de Chapultepec che è sede del Museo Nazionale di Storia. Il Bosque ospita anche il giardino zoologico, l’Aviario Moctezuma e il Giardino Biologico.

Paseo de la Reforma

Merita una passeggiata anche il viale definito gli Champs Elysées di Mexico City: Paseo de la Reforma. Al centro del monumentale viale si apre una piazza dominata dalla colonna dell’Angel de la Independencia, dedicato alla memoria dell’Indipendenza del Messico non lontano dal monumento della Estela de Luz. Sopra la colonna, si erige la statua della divinità greca della vittoria Nike, rivestita di oro regge nella mano sinistra una catena spezzata a simboleggiare la rottura della schiavitù e dei legami con i conquistadores. Nelle giornate di sole è particolarmente risplendente.

Curiosità: in questa area tra il Paseo e l’Angel si trovano i migliori hotel e luoghi per alloggiare dalle catene alberghiere a soluzioni più modeste ed economiche, ma decorose. E si tratta di un luogo ideale per trovare alloggio per la sua vicinanza alle attrazioni maggiori, al centro storico e ai servizi di trasporto come la metropolitana.

Infine, per chi ha tempo e devozione, ma anche per puro interesse storico e architettonico, si consiglia la visita alla maestosa Basilica de Guadalupe, il più importante santuario cattolico che si trova su monte Tepeyac un po’ distante dal centro storico in direzione nord. È meta di pellegrinaggi in seguito alle apparizioni della Vergine di Guadalupe, patrona dell’America Latina, al contadino Juan Diego Cuauhtlatoatzin. Chi si trova a Mexico City il 12 dicembre – giorno di festa e ricorrenza della prima apparizione, potrà godere anche del modo folkloristico in cui i cittadini omaggiano questa festività.

Cosa vedere a pagamento a Mexico City

cosa vedere a Mexico city

Le cose da vedere a pagamento sono altrettanto monumentali e spettacolari e meritano una visita, soprattutto il Templo Mayor nel cuore del centro storico poco distante dalla cattedrale raggiungibile a piedi da Plaza de la Constitucion è uno dei luoghi più antichi del mondo con i resti di una piramide azteca alta 60 metri. Costruita nel 1428 per le divinità Tlacoc e Huitzilopochtli. Le rovine sono dovute alla distruzione del tempio avvenuta nel 1521 per mano degli spagnoli. Costo del biglietto: 3.35 € (80 MXN, pesos).

Palacio Nacional, sede del governo

Nella stessa area, sempre a Plaza de la Constitucion si trova il Palacio Nacional, sede del governo, ma una parte dell’edificio è aperta alle visite al pubblico per poter ammirare le sale affrescate, il patio e conoscere la storia del Messico. Costo del biglietto: 4,20 € intero (100 MXN).

Palacio de Bellas Artes

Il Palacio de Bellas Artes è meta preferita per gli amanti dell’arte e un simbolo della città per la sua architettura, dichiarato Patrimonio Unesco dell’Umanità. Il Museo ospita anche il Teatro dell’Opera perché è un Palazzo dedicato a tutte le forme di arte. Costo del biglietto: 2,96 € (70 MXN).

Infine, visitando il folkloristico quartiere bohemien di Coyoacàn tra vie lastricate, edifici coloniali e coloratissimi ci si imbatte nella Casa Azul, ovvero il Museo Frida Kahlo. Si riconosce dalle sue pareti coloratissime e dal patio ricco di vegetazione; al suo interno sono raccolte le opere e la storia della pittrice messicana più famosa del mondo. Il museo è la casa dove Frida Kahlo ha vissuto con il marito, Diego Rivera, e dove è morta nel 1954. Costo del biglietto: 10,50 € (250 MXN) ma nei fine settimana e di 11,35 € (270 MXN).

Cos’altro fare a Città del Messico

Le attrazioni elencate sono solo una parte di cosa vedere a Mexico City. Moltissime sono anche le attività e gli spettacoli a cui assistere per vivere a pieno la vitalità della metropoli. Molte cose “capitano” per strada come assistere a un’esibizione di Mariachi a Plaza Garibaldi dove spesso suonano gruppi di strada di Mariachi con i loro abiti tradizionali. Da scoprire è la gastronomia locale tra ristoranti e mercati rionali, come il più famoso Mercato di La Lagunilla, Il miglior street food locale si può apprezzare alla stazione di Chilpancingo.

O infine, si può scoprire la città navigando lungo i canali di Xochimilco a bordo di una trajinera, l’imbarcazione tipica usata per navigare tra questi canali. Se si hanno a disposizione più di 4 giorni, vale la pena valutare una delle escursioni possibili poco distanti da Mexico City. Una di queste è La Citta degli Dei a Teotihuacan o la visita a un’autentica città coloniale di Taxco o alla scoperta della piramide di Cholula. Fino ad allontanarsi di oltre 20 chilometri per visitare il Sito archeologico di Cuicuilco, il Parco Nazionale Nevado de Toluca o le Grutas de Cacahuamilpa, una conformazione di grotte tra le più antiche e grandi del mondo.

FAQ

Per cosa è famosa Città del Messico?

Città del Messico è famosa per la sua vita frenetica e per essere una città vitale e piena di attrazioni del mondo azteco.

Quanti giorni servono per visitare Mexico City?

Un minimo di tre giorni per la sola città e fino a 8 giorni per scoprire anche altri luoghi limitrofi.

Come spostarsi a Città del Messico?

Il mezzo più comodo per spostarsi a città del Messico è la metropolitana che conta 175 stazioni e si distende per 200 km. Per i volumi di traffico e passeggeri e la sesta metropolitana più affollata del mondo dopo Mosca, Tokyo, Parigi, Mumbai e Seoul.

Qual è il periodo migliore per visitare il Messico?

Da novembre ad aprile, durante la stagione secca. Tra giugno e ottobre, le piogge sono frequenti e noiose, mentre il mese di maggio è il più secco e torrido.

Quando si spende in un viaggio in Messico?

Il costo complessivo per un viaggio di durata standard in Messico oscilla tra 1500 e 1800 €, con una spesa media giornaliera per persona di 70 € circa. Prima di viaggiare consultare le informazioni utili di viaggio del Ministero degli Esteri e il cambio con la valuta corrente.

Se questo articolo ti è piaciuto prendi in considerazione l'ipotesi di leggere anche la nostra guida su cosa vedere a Santiago del Cile.

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.