Stanco delle solite proposte si viaggi in Europa? Sai già tutto su cosa vedere a Berlino o a Parigi o Londra, Roma e Bruxelles? Ti suggeriamo di rivolgere lo sguardo a Oriente e puntare sulla Cina e la sua capitale Bejing (Pechino). Bejing è una metropoli in movimento e il suo aspetto cambia sempre, però ci sono dei “must” assoluti da vedere e che appartengono alla tradizione e alla cultura millenaria di questa capitale dalla Città proibita alla Grande Muraglia, in questa guida vi suggeriamo cosa vedere a Bejing e cosa fare per vivere e capire l’anima della Cina.

Menu di navigazione dell'articolo

Le cose da non perdere a Pechino

Con i suoi 21 milioni di abitanti, Bejing è una delle città più grandi al mondo. E sebbene possa sembrare dispersivo visitarla, ci sono delle attrazioni che non possono sfuggire a una prima visita alla capitale: dalla Città Proibita al Palazzo d’Estate, dal tempio del Cielo o del Paradiso fino ad un’escursione alla Grande Muraglia (ovviamente solo una parte di essa).

Una polis nella polis, la Grande Città Proibita è una tappa obbligatoria per la sua ammirevole e incomparabile struttura architettonica rimasta integra, per gli oggetti di prezioso antiquariato che custodisce, per il tuffo nel passato in una Cina autentica ripercorrendo i suoi oltre 600 anni di longevità.

Definita una delle meraviglie del mondo, la Grande Muraglia è uno spettacolo monumentale di ingegneria umana. È un’altra tappa obbligatoria per chi visita Pechino. La Muraglia si snoda come un drago gigante che attraversa e sovrasta creste di montagne, steppe, deserti e scogliere. Suddivisa in sei sezioni, quelle rese visitabili e percorribili, la muraglia è l’anima della Cina.

Dopo aver dedicato almeno due giorni alle due grandi attrazioni di Bejing, ci si può dedicare alle altre cose da vedere a Pechino, come lo splendido Palazzo d’Estate. In realtà, si tratta di un giardino imperiale tra il Monte Wanshou e il Lago Kunming a ovest di Hangzhou.

Per esplorare la Pechino moderna, sede delle gallerie d’arte, dei musei, degli studi di design, dello shopping, dell’intrattenimento, di bar e ristoranti in uno spazio architettonico moderno, il consiglio è una visita al 798 Art District.

Una delle difficoltà maggiori, non è trovare cosa vedere a Bejing, ma riuscire a farlo e come. Una metropoli con oltre 21 milioni di abitanti è difficile da percorrere per via del traffico e della confusione, soprattutto se non si conosce la lingua, ma è una città amichevole e aperta ai turisti e molto si risolve spostandosi in metropolitana. Questo facilita la visita e il raggiungimento di altre destinazioni da vedere.

Cosa vedere a Bejing e cosa fare

cosa vedere a beijing

Una destinazione interessante per avvicinarsi all’anima dei cinesi è l’esplorazione dei quartieri tradizionali, gli hutong. Rioni dai vicoli tortuosi, ma che rendono l’idea della vita reale e comune dei pechinesi. Il modo migliore per visitarli è facendo un giro in risciò.

La sera, tra le cose da fare e vedere, ci sono gli spettacoli di Shaolin Kung fu che si svolgono tutti i giorni al teatro rosso. In alternativa, si può apprezzare l’Opera di Pechino, dove ci sono spettacoli locali dedicati alla cultura cinese con un sapiente mix di musica, esibizione vocale, danza e acrobazie che ha ben oltre 200 anni di attività.

Per i curiosi delle culture religiose, non può mancare una visita al Tempio del Cielo, il più grande della Cina, risalente alle dinastie Ming e Qing e dedicato ai riti propiziatori della pioggia e del raccolto. È un luogo di culto attivo, ma se ci si avvicina con il giusto rispetto si possono apprezzare da vicino anche le particolari strutture e il suo stile.

A Pechino non manca certo la vita notturna e il divertimento post-cena. Una delle vie per i turisti ideale per l’intrattenimento è Sanlitun, ricca di bar e ristoranti alla moda e di qualità internazionale, di locali, negozi griffati per lo shopping, luci e l’immancabile caos.

FAQ

Qual è il periodo migliore per visitare Bejing?

Dal punto di vista climatico, il periodo migliore è la primavera e l’autunno per il clima piacevole e soleggiato. Ma si tratta anche dei periodi più affollati e in cui i prezzi per la stagione turistica aumentano. L’inverno è particolarmente freddo e secco, con qualche nevicata anche in città, mentre luglio e agosto sono i mesi più umidi, caldi e piovosi.

Quali sono le specialità e i piatti tipici di Pechino?

Sebbene si pensi di conoscere la cucina cinese per via dei numerosi ristoranti presenti anche in occidente e nelle città italiane, il cibo e le preparazioni in Cina sono diverse da quelle che abbiamo imparato a conoscere. Una caratteristica tipica sono i dim sum, una colazione abbondante o pranzo serviti con il tè e dei grandi ravioli che possono essere fritti o cotti al vapore, salati o dolci e quindi ripieni di carne, pesce o confetture e frutta. Un classico della tradizione imperiale pechinese è l’anatra arrosto condita nei modi più svariati e con diverse salse. Infine, sono eccellenti anche le zuppe, in particolare la zuppa pechinese acida a base di carne, uova, verdure in agrodolce e piccante.

Quanto tempo ci vuole per percorre a piedi tutta la Muraglia Cinese?

Premesso che molti tratti non sono più percorribili, la Muraglia cinese è lunga 21.196 Km. Con una media di 30 km al giorno (un buon camminatore), si impiegano circa 706,5 giorni per percorrere tutta la Muraglia, ovvero 1 anno e 11 mesi.

Quanto costa visitare la Grande Muraglia Cinese?

La Muraglia è suddivisa in sei sezioni visitabili. Le sezioni più popolari e restaurate si trovano a est e a nord di Pechino. I turisti stranieri amano Mùtiányù e Jinshanling il cui costo di ingresso è di ¥45 dalle 7.00 alle 18.30 in estate e dalle 7.30 alle 17.30 in inverno. Raggiungibile anche con la funivia: ¥80 una tratta o ¥100 a/r. I cinesi, invece, prediligono la sezione Bādáling il cui costo del biglietto di ingresso è ¥45 (1 Aprile – 31 Ottobre) e ¥40 (1 Novembre – 31 Marzo) – dalle 6.00 alle 19.00 in estate e dalle 7.00 alle 18.00 in inverno.

Quanto costa un viaggio in Cina per una settimana?

Dipende dalla compagnia aereo, se il viaggio è organizzato e dalla tipologia alberghiera scelta. Si parte da un minimo di 1200 € per due persone in modalità economica, per salire a 1500-2600 € in comodità oppure oltre 4700 € viaggiando in categorie lusso.

Quanto dura il volo dall’Italia alla Cina?

10 ore

Quanto costa il visto turistico per la Cina?

80 € per la tassa consolare. Informarsi sempre prima di pianificare il viaggio sulle condizioni e i documenti necessari per la partenza e l’ingresso nel Paese.

 

Autore: Enrico Mainero

Immagine di Enrico Mainero

Dal 2011 Direttore Responsabile e Amministratore unico di ElaMedia Group SRLS. Mi dedico prevalentemente all'analisi dei siti web e alla loro ottimizzazione SEO, con particolare attenzione allo studio della semantica e al loro posizionamento organico sui motori di ricerca. Sono il principale curatore dei contenuti di questo Blog Redazione di ElaMedia.